Circolo Battaglini


Un anno difficile quello che sta per concludersi e ci ha costretti alla lontananza, interrompendo i nostri regolari ed importanti incontri. Siamo stati tutti sopraffatti dalla pandemia, lasciando lo spazio a incertezze, dolore, paura e distanza. Volevamo provare ad incontrarvi virtualmente, ma come Circolo Culturale che trova la sua forza nel calore dell’incontro, della discussione e della riflessione con il pubblico, ci ha fatto desistere nella speranza di riprendere almeno un po’ gli incontri in presenza. Abbiamo dovuto cancellare ben due importanti conferenze. La prima con Sergio Ermotti e Aldo Bonomi, su “Finanza sostenibile” e la seconda su “Lo Stato della libertà ai tempi del Covid” con la Prof. Francesca Rigotti e l’esperto di diritto Roy Garré. Quest’ultima, annullata per il forfait di “principio” dato da Francesca Rigotti, ha comunque suscitato vivo interesse e ne è seguito un interessante dibattito su quasi tutti i media, perché le motivazioni di tale rinuncia sono state forti. Motivazioni che hanno dato spunto per una riflessione su quanto sta accadendo in questo periodo, sulle misure adottate e che hanno sollevato non poche perplessità, con modalità finora sconosciute, portandoci a ripensare ai limiti e la forza della nostra responsabilità individuale, delle libertà negate e della democrazia.

Gli argomenti sono entrambi ancora di grande attualità e per questo li riprenderemo appena sarà possibile e secondo disponibilità dei relatori, adeguandoci ai nuovi sistemi di incontro virtuale/presenza se le circostanze lo dovessero richiedere.

Per finire, ci sentiamo fieri di aver potuto contribuire alla nascita della Scuola Politica “Conoscere per Crescere”, che sta riscuotendo grande successo, segno della necessità che i futuri politici siano più attenti alla cultura politica di cui il Paese ha un grade bisogno.

Per quanto riguarda il futuro, tutto è in divenire, un po’ sospeso come lo sono ora le nostre vite. 

Il 2020 è stato un anno orribile, ma non da dimenticare. In particolare, non dobbiamo dimenticare ciò che ci ha insegnato. Abbiamo capito quanto abbiamo bisogno gli uni dei gli altri. Abbiamo capito di essere parte di una comunità, dove è importante un progetto comune da costruire insieme. Abbiamo bisogno di una casa, un lavoro, degli amici, della famiglia su cui contare. Quando pensiamo al nostro futuro partiamo da qui, con rispetto, battendoci per le nostre idee avendo ben presente le pari dignità di ogni persona e rifiutando l’astio, l’insulto, l’intolleranza che creano proprio quella distanza che non vogliamo. Abbiamo così tanta necessità di serenità che ci permetta di poter avere aspirazioni, progetti, sentimenti e ci renda più veri, più sicuri, più solidi… più liberi.

Il Natale che ci attende avrà meno abbracci, potremo però ritrovare il suo senso più profondo fatto di solidarietà e speranza. Per questo il nostro pensiero va a tutti coloro che soffrono, a coloro che hanno perso un parente o un amico, a coloro che si sentono soli e in questi giorni di festa possano ritrovare il calore e l’affetto dei propri cari. Con questo sentimento il Comitato del Circolo Battaglini, ringraziandovi per la vostra attestazione di stima e nell’attesa di rivedervi presto, augura a tutti voi tanta salute e serenità.

Buone Feste da parte di tutti noi! CIRCOLO LIBERALE DI CULTURA CARLO BATTAGLINI
Morena Ferrari Gamba, Giovanni Zavaritt, Giovanni Bolzani, Adriano Censi, Giovanni Gandola, Roberto Fridel, Giovanni Luatti, Edith Masoni, Deborah Moccetti, Federica Zanchi

Lascia un commento